Scarpe da ginnastica e postura

“Le scarpe da ginnastica rovinano i ragazzi: sono dannose per la salute dei piedi e per la postura”. “Generano piedi piatti, scoliosi e altri disturbi muscolo scheletrici”. Queste affermazioni sono generiche, prive di sostegno scientifico, e soprattutto sbagliate.

Le scarpe da ginnastica: frutto di ricerca sul campo

E’ bene chiarire. Le scarpe da ginnastica di ultima generazione sono il frutto di una continua ricerca scientifica di altissimo livello. Ricerca per sviluppare disegni di suole, tomaie e materiali capaci di garantire il massimo livello prestativo e confort.

scarpe da ginnastica-frutto di ricerca sul campoAtleti di livello internazionale sono utilizzati per testare i prodotti della ricerca in tutte le discipline sportive, dalla maratona ai 100 metri piani, dal calcio alla pallacanestro. Una accurata analisi delle casistiche di infortuni, tendiniti e infiammazioni articolari aiutano nel continuo lavoro di perfezionamento. Ciò in modo da ridurre l’incidenza di questi infortuni.

Risulta cosi chiaro come le scarpe da ginnastica che derivano da queste ricerche non sono di alcun danno per la salute. Il plantare asseconda gli archi plantari aderendo perfettamente alla pianta del piede. Il comfort del piede è assicurato in quanto la tomaia è larga in punta e non costringe le dita. La suola, spesso leggermete curva, favorisce la rullata del piede durante il passo e la corsa. Non solo: spesso la presenza sotto il tallone cuscinetti ad aria e materiali anti schok può di prevenire tendiniti e altri disturbi del calcagno.

Le scarpe da ginnastica vintage

scarpe-da-ginnastica-vintageSi deve tuttavia fare una distinzione: molto diffuse sono anche le scarpe da ginnastica vintage. Si tratta di marchi che hanno conservato immutate nel tempo alcune calzature diventate di gran moda tra giovani e giovanissimi. Queste calzature sono realizzate con disegni, concetti e materiali che non sono stati rinnovati da decenni.  All’interno infatti sono piatte senza plantare, la suola è spessa, piatta e priva di inserti e disegni che favoriscono il corretto appoggio e rullata del piede. Soprattutto, questo tipo di suola non protegge da microtraumatismi il tallone e la pianta del piede. Naturalmente si tratta di scarpe inadatte a fare sport e il cui uso quotidiano andrebbe limitato. Attenzione quindi: a lungo andare, il loro uso potrebbe creare problemi al piede, allo schema del passo e alla postura.

Altri criteri nella scelta delle scarpe da ginnastica

Grande attenzione si deve inoltre rivolgere alla capacità di traspirazione delle scarpe da ginnastica. Ciò vale indipendentemente che siano moderne o vintage e alla qualità di colle e tessuti. Scarpe non traspiranti, tessuti sintetici e colle scadenti possono favorire problemi dermatologici: dermatiti e micosi.

Checklist per una scarpa da ginnastica di buon livello:

  • Confort.
  • Qualita di colle, coloranti e tessuti ( traspiranti).
  • Suola sollevata e arrotondata in punta e al tacco per agevolare la rollata del piede.
  • Guscio calcaneare avvolgente, stabilizzante e protettivo.
  • Plantare da riposo interno.
  • Suola che garantisce adeguata aderenza al suolo.
  • Inserto di materiali e cuscinetti anti-schok.
Scarpe da ginnastica e postura was last modified: giugno 30th, 2017 by Fabio Lodispoto
  • Giulianaluini

    Ho da 15 giorni un dolore al tallone sinistro faccio fatica a camminare, ho 72 anni e la prima volta prendo oki mattina e sera ma il dolore persiste. .Come mi devo comportare. Attendo una risposta grazie distinti saluti giuliana

    • Giuliana

      Ho da 15 giorni un dolore al tallone sinistro faccio fatica a camminare, ho 72 anni e la prima volta prendo oki mattina e sera ma il dolore persiste. .Come mi devo comportare. Attendo una risposta grazie distinti saluti giuliana

    • Fabio lodispoto

      Gentilissima sig.ra Giulia,
      quasi certamente si tratta di una sindrome dello sperone calcaneare. Il dolore risponde in maniera molto efficace alle infiltrazioni locali con cortisone ( Kenacort) associato adanestetico locale. In genere sono sufficienti una o due infiltrazioni per ottenere una remissione completa dei sintomi. Tuttavia è necessaria una rx del piede e una visita specialistica per accertare il problema che potrebbe avere anche altre origini ( sindrome del tunnel tarsale, tendinite di Achille, calcificazioni
      locali e fascite plantare).
      Cordialità dott Fabio Lodispoto