Tecnica correttiva personale

Si tratta di una tecnica triplanare che associa la miniinvasività della Austin alla possibilità di compiere correzioni in alluci con grado di deviazione anche molto severo come permesso dalla tecnica Scarf. Delle due tecniche si sono conservati i vantaggi annullando o quasi le possibili complicanze. Attraverso una incisione cutanea di soli 25 millimetri.

Si pratica una osteotomia del metatarso che ha due braccia, uno molto corto a decorso verticale praticato immediatamente dietro la testa del metatarso, l’altro quasi orizzontale e molto lungo che raggiunge la base del metatarso.

Il metatarso così diviso e svincolato in una parte dorsale, che termina dietro la testa , e in una parte inferiore, che comprende la testa e la diafisi ( parte lunga del metatarso), puo essere spostato (schiftato) come le due metà di una panino aperto. Tanto che la metà inferiore viene spostata fino ai gradi fisiologici di valgismo annullando così tutti i parametri patologici dell’angolo intermetatarsale, metatarso-falangeo e del PASA.

In altre parole l’alluce viene perfettamante raddrizzato e riallineato e i due sesamoidi ricollocati sotto la testa del metatarso. Una piccola vite in metallo o come più recentemente preferisco, in acido polilattico, stabilizza l’osteotomia e completa l’intervento asportando l’angolo di metatarso ora eccedente e procedendo alla capsuloplastica e capsulorrafia.

Grazie alla particolare geometria dei tagli praticati sul metatarso l’osteotomia è stabile e si compatta quando in piedi il paziente carica il peso sulla’arto operato. Di quì la possibilità di compiere i primi passi in prima giornata post-operatoria non appena passano gli effetti dell’anestesia loco-regionale.

Con questa tecnica ho compiuto negli ultimi 10 anni circa 4000 interventi con risultati eccellenti senza riscontrare alcun caso di recidiva e con percentuali di piccole complicanze del tutto trascurabili. Si tratta in definitiva di una tecnica ben collaudata, molto affidabile che sposa la mininvasività e la conservazione delle strutture articolari con il concetto di spostamento triplanare del metatarso.

Tecnica correttiva personale was last modified: aprile 22nd, 2013 by Fabio Lodispoto